...

Knowledge Business

  • A L
  • 14584 lettori

 

Nell'era  della cosiddetta "economia della conoscenza" (in cui il rischio di information overload per le imprese è sempre dietro l'angolo), una delle principali necessità con cui le moderne realtà organizzative si trovano a dover fare i conti riguarda l'attività di recupero, da una mole sterminata di documenti "immagazzinati" nei datawarehouses aziendali, di tutte quelle informazioni che possono essere considerate utili  alle imprese stesse ai fini del conseguimento dei propri obiettivi di business.

Una grossa mano al sistema imprenditoriale, per quanto riguarda la possibilità di recupero di informazioni rilevanti "business oriented", è venuta dalla ricerca effettuata nell'ambito degli studi di Information Systems e Information Retrieval. In tali ambiti si è tentato, nel corso degli anni, di creare (con alterna fortuna) dei sistemi informativi "intelligenti" che fossero quanto più possibile in grado di selezionare, una volta stabilito un dato target informativo, tutti quei documenti contenenti informazioni potenzialmente rilevanti (separandoli, così, da quelli che non avevano niente a che vedere con ciò a cui si era interessati).

Ad oggi, però, benché in tali settori siano stati fatti notevoli passi in avanti (tra i sistemi attuali più interessanti in questo senso ci sono quelli basati su Text Mining e Natural Language Processing) non esiste ancora un sistema "perfetto" in grado di svolgere con precisione assoluta questo tipo di compito di retrieval.

Ad ogni modo il recupero dell'informazione rilevante da documenti "custoditi" nei database aziendali pare senza dubbio configurarsi quale elemento centrale ed indispensabile di cui le knowledge companies devono poter usufruire per riuscire ad ottenere un incremento della propria profittabilità aziendale e vantaggi competitivi futuri.

Insomma: oggi più di ieri sembra valere la celebre affermazione di Lew Platt (Presidente e CEO di Hewlett-Packard nei '90) che qualche anno fa disse:

"If Hewlett Packard knew what Hewlett Packard knows, we would be three times more profitable

(tale affermazione va ovviamente generalizzata a tutte quelle grandi realtà aziendali il cui business sia "knowledge based") 

Che dire? Mr. Platt aveva inquadrato quello che è stato, è, e sarà uno dei principali elementi con cui le imprese dl XXI secolo dovranno confrontarsi: un business basato sempre di più sul recupero dell'informazione rilevante e sulla gestione della conoscenza intraorganizzativa.

Tag dell'articolo ricavati in automatico: documenti | information |

La nostra community

    Luca Oliverio
    Claudio Capovilla
    Luigi De Luca
    Alessandro Mirri
    Stefania Minciullo
    Angelo Schillaci
    Gianluigi Zarantonello
    Salvatore Pipero
    adolfo tasinato
    Paolo Arfelli
    IQUII srl
    Francesca Sanguineti
    Jerome Sicard
    Emanuele Tolomei
    Roberto Marsicano
    Fabio Fiori
    Alessandro Prunesti
    alessia de leonardis
    pasquale romano
    Eidos Communication
    Michele Schisa
    Roberta Fabiani
    Michele Rinaldi
    Simona Ibba
    Riccarda Patelli Linari
    Nona Stanciu
    Fabrizio Senici
    daniele vinci
    Alessandra Campanile
    Elena Ianeselli
    Luciano Saltarelli
    Anna Torcoletti
    Sara Caminati
    Nicola Ferrari
    Maresa Baur
    Alt Design Web Agency

I nostri autori

Job Board

Cernuto Pizzigoni & Partners
cerca Art director Digital
inserita il 20/01/2015 19:09:22
Posytron Engineering s.r.l.
cerca Programmatore Java/WEB
inserita il 12/11/2010 15:45:28
Puoi farlo seguendo queste semplici istruzioni

Latest Posts