• Log In
  • Recupera la password
...

CARLA PERROTTI, LA “SIGNORA DEL DESERTO” HA COMPLETATO LA SUA STORICA TRAVERSATA IN SOLITARIO DEL DESERTO LIBICO.

Milano, 8 maggio 2008 - Come annunciato in occasione dell’esclusivo incontro riservato agli addetti ai lavori del mondo dei media, svoltosi in Tunisia durante l’“African International Media Summit (AIMS 2008)”, la famosa esploratrice di deserti Carla Perrotti ha completato la storica traversata in solitario del Deserto Libico nell’area di Akakus Tadrark. 

Carla Pernotti detentrice del record mondiale per aver percorso a piedi in solitaria 5 deserti in 4 continenti, ha conquistato un importante risultato, spingendosi fino nel cuore del più affascinante dei deserti.

 

“Questa esperienza ha superato ogni mia aspettativa” commenta Carla Perotti. “Il deserto libico è uno dei più bei deserti del mondo ed è ricco di storia. Ovunque rivolgevo lo sguardo, facevo nuove scoperte, antiche iscrizioni sulle rocce, residui delle strutture  monolitiche. Il deserto libico è una testimonianza di vita”.

 

Carla Perrotti elogia il suo team in Libia per la professionalità, l’attenzione e la cura dimostrata durante quello che per lei è stata un’esperienza emozionante e intensa: “ Il mio team è stato eccezionale, penso che i libici siano persone molto rispettose e di gran cuore;  mi hanno aiutata ad attraversare il loro deserto senza eccessiva sofferenza per il gran caldo o per le altre sfide che si presentavano lungo il tragitto. Grazie alla straordinaria preparazione messa a punto prima di partire, ho anche potuto dedicare parte del tempo a scoprire gli aspetti storici di questo incredibile deserto e le sue magnifiche ed eterne bellezze naturali”.

 

Carla Perrotti ha spiegato che nel deserto la temperatura ha raggiunto i 45 gradi: “ A volte sembra quasi insopportabile,  la parte più complicata per me è stata trasportare il mio zaino e tutto l’equipaggiamento. Sono stata comunque in grado di continuare grazie all’eccezionale organizzazione del mio team libico, alla forza interiore ottenuta con il mio allenamento e alle molteplici esperienze nei più grandi deserti del mondo che ho fatto in tanti anni.”

 

Nadia Murabet, Presidente di Vision Media, che ha co-sponsorizzato e promosso l’ultima spedizione nel deserto di Carla Perotti ha dichiarato ai giornalisti: “Carla ha lasciato la sua impronta piena di energia in alcuni dei più grandi deserti del mondo. Il Salar de Uyuni in Bolivia, il Simpson Desert in Australia, il Tènèrè Desert in Niger e il Kalahari Desert infestato dai serpenti in Sud Africa.  Carla è il primo essere umano ad aver attraversato a piedi il Taklamakan Desert in Cina”.

 

La Perrotti ha spiegato che durante le sue spedizioni ha come compagni di viaggio il sole, le stelle e la luna piena.  “Per me questa è una straordinaria esperienza spirituale: il sole, la luna e le stelle viaggiano insieme a me attraverso dune e rocce. Il deserto libico racchiude una bellezza indescrivibile, che ho avuto modo di assorbire. Spesso mi chiedono cosa mi dà il deserto. La risposta è che stimola una sorta di extra-coscienza che mi permette di interiorizzare tutta la bellezza di questa natura selvaggia. L’ambiente trasmette così tanta serenità e positività che mi sento in profonda armonia e unione con i luoghi ed i misteri dei deserti. Penso che l’Akakus sia uno dei deserti più sicuri che abbia mai attraversato”.

 

A conclusione della conferenza stampa, la Perrotti ha espresso il desiderio di aiutare più persone nel mondo avere lo stesso intenso rapporto con il deserto: “Mi piacerebbe che le persone vivessero questa splendida esperienza e prendessero contatto con questo ambiente. Credo che i 5 deserti che ho attraversato, insieme a quello libico, il sesto, sono ora tra loro legati da un invisibile e immaginario filo. Mi piacerebbe unificare tutto il cammino che ho percorso al fine di congiungere la razza umana in un forte messaggio di pace nei confronti dell’Africa e del nostro intero, bellissimo pianeta. La gente spesso mi dice che ciò che faccio sembra incredibile, ma credo che ogni giorno i popoli di alcune zone dell’Africa affrontino sfide ben più grandi per la semplice sopravvivenza quotidiana. Ecco perché mi sono impegnata a compiere questa spedizione per la causa della pace in Africa e in tutto il mondo“.

 

 

Nadia Murabet aggiunge un suo commento conclusivo sugli obiettivi di questo straordinario evento ‘Desert Walk for Peace’.   “Nel corso del 21° secolo  appena iniziato, l’Africa evolverà in un continente più dinamico e competitivo. Vision Media si sta impegnando fortemente per supportare il rinnovamento dell’immagine dell’Africa e per portare l’Europa e altre nazioni occidentali a modificare la propria percezione e visione di questo continente. I vecchi paradigmi non hanno più ragione di esistere: l’Africa è molto cambiata e continuerà a cambiare e il mondo occidentale deve adattarsi a questa “nuova Africa” che sta facendo passi da gigante nel nuovo millennio. Nella Diaspora africana stiamo costruendo un ponte tra questi due mondi, una missione davvero meravigliosa e il primo scopo di Vision Media”.

 

 

Contatti per la stampa

Alessandra Malvermi a.malvermi@soundpr.it Tel. 02 80649.1 

 

Per ulteriori informazioni su Carla Perrotti: www.carlaperrotti.com

 

Tag dell'articolo ricavati in automatico: nadia murabet | media |