• Log In
  • Recupera la password
...

Trent'anni di un avvenire

Tra autobiografia e saggistica sul vero significato di Leadership, che il riferimento naturale sia una persona, un gruppo aziendale o un evento, la prima opera editoriale di Bruno Vettore, Amministratore delegato della holding proprietaria di Gabetti Franchising, Grimaldi Immobiliare e Professione casa.

Formatore professionale e manager di successo, Bruno Vettore incarna la figura del leader: la sua vita da' luce a un racconto emozionante, che canta la vittoria di tutti coloro che riescono a credere in loro stessi, in una continua crescita umana e professionale. Un documento umano sui processi economici di una società in rapida trasformazione, una riflessione attenta e profonda sulla natura della leadership in un libro unico nel suo genere.

Presentato in anteprima alla XXVI edizione del Salone del Libro di Torino, Trent'anni di un avvenire è l'opera prima di Bruno Vettore, A.D. del Tree Real Estate Group – holding proprietaria dei marchi Gabetti Franchising, Grimaldi Immobiliare e Professionecasa.

Un'autobiografia che ammicca al saggio tematico quando apre finestra nel suo corpo centrale sul tema della Leadership, che l'autore declina in otto pilastri fondamentali con rara ironia e unicità nel descrivere i tratti distintivi dell'antitesi "non-Leadership": modello da comprendere per poter essere eluso, quando non vanificato, limitando in tal modo gli errori e i fattori negativi che degenerano le sinergie di un gruppo, quale che sia la singolarità considerata: "Il capitano di una squadra di calcio, il riferimento naturale di un gruppo di amici, il genitore, sono solo alcune delle declinazioni possibili di una leadership, fino ai grandi gruppi aziendali" o a eventi leader come il Salone del Libro.

Trent'anni di un avvenire, una vita da leader non vuole essere l'auto-celebrazione di un personaggio pubblico manifesto di un Made in Italy vincente, piuttosto si propone come un'eredità, una legacy in progress, la cui condivisione arriva,  non a caso, in occasione dei trent'anni di carriera professionale dell'autore e non prima.

Vincere nella vita non significa puntare sulla sconfitta di qualcuno o qualcosa, non lasciare macerie dietro di sé, vincere significa costruire e andare avanti
 

Recensito da: Cosaleggere