Industria 4.0 e Smart Puglia 2020: il futuro dell'industria passa da qui

Industria 4.0 rappresenta un'opportunità imperdibile messa a disposizione dal governo per supportare il rilancio del sistema industriale. Dal 2017 al 2020, infatti, investimenti, produttività e innovazione saranno i tre pilastri sui quali agire per favorire la crescita del settore industriale e conseguentemente smuovere il Pil nazionale. Cospicue le risorse messe a disposizione che le imprese devono riuscire ad intercettare attraverso modalità specifiche.

 

A tale programma per la nostra regione si aggiunge SmartPuglia 2020,  la strategia regionale su ricerca e innovazione che trasformerà in modo "smart" il territorio.

 

Al fine di presentare i contenuti della programmazione 2014-2020 della Regione Puglia relativi ai programmi SmartPuglia 2020 e a Industria 4.0, Confindustria Lecce organizza per venerdì 27 gennaio alle ore 18.00 presso la propria sede un incontro con l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Loredana Capone e il direttore generale di Puglia Sviluppo, Antonio De Vito.

 

"Si tratta di un'occasione importante - afferma il presidente di Confindustria Lecce, Giancarlo Negro - che tutte le imprese devono cogliere per puntare a creare un sistema industriale più forte e coeso, competitivo e all'avanguardia sul fronte della ricerca e dell'innovazione. La partita è aperta e le nostre imprese possono giocare un ruolo da protagoniste, potendo contare su una sponda istituzionale importante".

 

“La strategia di specializzazione intelligente della Regione Puglia - dice l’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone - è già in linea con l’obiettivo nazionale di trasformare il sistema d’impresa in chiave digitale. Ma c’è di più. Noi non vogliamo lasciare indietro nessuno, soprattutto le medie e le piccole imprese, perché lo sviluppo c’è se è tutto il tessuto imprenditoriale a trasformarsi e a diventare più competitivo. Stiamo quindi ragionando con tutti i protagonisti del territorio per sviluppare misure regionali di supporto all’aggiornamento tecnologico che tengano conto delle caratteristiche del nostro tessuto economico e che agevolino le progettualità più innovative. Siamo convinti che anche in Puglia l’innovazione digitale possa trasformare le filiere, anche quelle più tradizionali, in un processo collaborativo basato sulla messa a valore di competenze tecnologiche, formazione e ricerca e in cui la Regione giochi il ruolo del facilitatore, con misure innovative di politica industriale".

 

L'obiettivo di questi interventi è infatti quello di rendere la Puglia maggiormente attrattiva per le imprese esterne e per i giovani; competitiva attraverso tutte le possibili forme di innovazione tecnologica, sociale e territoriale; inclusiva verso i soggetti deboli; consapevole e responsabile verso l'ambiente, la propria cultura e tradizione. Una regione che sia connessa nel contesto nazionale ed internazionale e in particolare nel Mediterraneo, attraverso la realizzazione di politiche integrate per lo sviluppo.

 

L’incontro sarà anche l’occasione per un approfondito confronto, nel quale saranno proposti suggerimenti e spunti provenienti dal mondo imprenditoriale.