Claudio Capovilla




  • Claudio Capovilla
    • Articles
    • Views
    Per contattare questo autore devi esser registrato su comunitazione.it
    Direttore di Strategia in Gruppo icat

    Classe 1970, sposato e papà di due bimbi: Giulia e Mattia.
    Direttore di Strategia, nonché Presidente, dell’agenzia di comunicazione e marketing Gruppo Icat di Padova, vanta un’esperienza nel settore di oltre 15 anni; è stato eletto nel 2009 membro del Consiglio Direttivo Unicom e nominato suo rappresentante delegato per il Triveneto.
    Dal 1990 si occupa di marketing strategico e comunicazione integrata al fine di strutturare strategie per creare nuove possibilità di sviluppo ed arrivare al raggiungimento degli obiettivi in modo pianificato.
    Con Gruppo Icat ha creato uno staff creativo e tecnico strutturato in quattro divisioni, ognuna autonoma per le proprie competenze, ma perfettamente in grado di lavorare in sinergia alle altre, per dare forza e concretezza a qualsiasi progetto.
    Dalla sua, la competenza acquisita in anni di lavoro sul campo, che gli ha permesso di sviluppare le capacità di analisi del target e delle aspettative aziendali per elaborare un posizionamento solido e strategico, di coltivare le relazioni con istituzioni e media per favorire la crescita e la visibilità dell’azienda e di fornire le soluzioni operative mirate a incrementare l’efficienza e la competitività aziendale.
    La sua attenzione per l’ambito territoriale l’ha portato ad affiancare gli enti e le istituzioni, come la Gizip (Gruppo Imprenditori della Zona Industriale di Padova), di cui è il Vicepresidente dal 2008.

Pagina personale:
  • Parmalat, Martinelli e Yoga scelgono Gruppo icat >

    • 26/05/2017

    Il 2017 sarà dedicato al consolidamento del posizionamento dell’azienda che sta diventando uno dei player di riferimento fra le agenzie indipendenti italiane e con un previsionale di 4 milioni di fatturato complessivo.

  • Gruppo icat scelto dall’Università di Padova per il lancio di Alumni >

    • 13/07/2015

    Gruppo icat impegnato dal 2015, e per i prossimi tre anni, a fianco della neonata Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova.

  • La reputazione oggi si posta sul web >

    • 01/03/2012

    Oltre 10 milioni di italiani – il 47% degli utenti internet – dichiara di aver postato un’opinione o un suggerimento sui prodotti di alcuni brand.

  • E’ iniziata l’era dei “negozi in tasca” >

    • 03/08/2011

    Un’opportunità che, se colta tempestivamente, può portare alle aziende un grande vantaggio competitivo.

  • Il moderno acquirente? Si solletica col Bluetooth >

    • 29/06/2011

    Il proximity marketing permette di comunicare con chi transita in una determinata area trasmettendo informazioni, promozioni e contenuti allettanti sul cellulare

  • NEGOZI TEMPORANEI PER UNA BRAND-FIDELITY A LUNGO TERMINE >

    • 12/05/2011

    “Una maniera efficace per proporre prodotti speciali, lanciare nuovi articoli testandone in modo diretto il successo, mantenere vivo l’interesse sui valori aziendali, sperimentare nuovi mercati.”

  • UN BRAND PIU’ FORTE? QUESTIONE DI TATTO! >

    • 29/03/2011

    Con l’avvento della tecnologia Touch Screen vetrine, chioschi e totem diventano interattivi attraendo i clienti e creando un’esperienza emozionale, coinvolgente e fidelizzante

  • Pubblicitari in assetto da combattimento >

    • 11/02/2011

    Il Guerrilla Marketing è una recente forma di comunicazione non convenzionale che, agendo tramite lo stupore, la sorpresa, la provocazione, genera contatti immediati e offre nuova visibilità “low budget”.

  • Acquisto ergo sum >

    • 12/01/2011

    Il prodotto arriva a possedere un’anima e una personalità, acquisendo addirittura facoltà relazionali: esibendo una determinata marca, infatti, le persone esprimono una precisa identità sociale ed individuale.

  • La marca comunica con i sensi >

    • 15/10/2010

    “I sensi diventano strumento privilegiato per arricchire la percezione della marca e costruire la sua unicità e identità, instaurando con i consumatori rapporti di affezione, preferenza e fedeltà.”