Bentornato. Accedi all'area riservata







Non ti ricordi i dati di accesso?Recupera i tuoi dati

Crea il tuo account

2 SHARES

Una sfida che si rinnova: il Comune di Udine presenta la nuova edizione del Bilancio Sociale

23/01/2008 29584 lettori
5 minuti
Partecipazione e trasparenza. Un binomio presente con forza nel Bilancio Sociale del Comune di Udine. Uno strumento di comunicazione, già utilizzato l’anno scorso, ma che quest’anno si presenta rinnovato e migliorato. Il documento raccoglie numeri e cifre aggiornate e riviste su progetti iniziative, eventi e attività realizzate dal Comune di Udine. Una sfida che si rinnova e che mette in evidenza, grazie alla regia della responsabile dell'Ufficio Comunicazione la dott.ssa Marina Galluzzo, la visione strategica e integrata della comunicazione dell’Amministrazione Comunale e la forte propensione alla partecipazione.

Il Bilancio Sociale di quest’anno, infatti, una novità assoluta rispetto all’anno scorso ha al suo interno una cartolina – questionario dove lasciare giudizi e impressioni sul documento realizzato. Una partecipazione che aiuterà l’Amministrazione Comunale a confezionare un prodotto ulteriormente migliorato per il prossimo anno. Uno strumento di comunicazione per una partecipazione a 360 gradi del cittadino. Questo uno degli obiettivi fondanti del progetto riproposto quest’anno nell’ottica di una comunicazione strategica e di lungo periodo.

Il Bilancio Sociale, strumento che si è imposto con forza negli ultimi anni nell’universo delle Pubbliche Amministrazioni e dove il Comune di Udine è stata la prima amministrazione comunale in Friuli Venezia Giulia a realizzare questo progetto, rovescia il punto di vista  tradizionale affiancando ai meri dati contabili del bilancio il racconto delle attività e degli impegni svolti nel territorio. Questo significa non sono veicolare al cittadino le cifre che rappresentano le “uscite” ufficiali dell’ente, ma anche la spiegazione delle risorse utilizzate dalla macchina comunale nello svolgimento della propria attività. Non una carta dei servizi, ma una prospettiva diversa che illustra il percorso di azione dell’ente: dall’investimento delle risorse alla realizzazione dei progetti e delle iniziative.
ll Bilancio Sociale del Comune di Udine, però, offre una visione nuova della partecipazione. Non si tratta, infatti, solo del riconoscimento del ruolo attivo e propositivo che i cittadini possono svolgere in relazione alla valorizzazione della sfera pubblica. La partecipazione viene vista come un momento di collaborazione di soggetti diversi – gli enti pubblici, i cittadini sia singoli che associati – finalizzato alla realizzazione di un processo che si muove nella prospettiva dell’interesse generale. Secondo un concetto nuovo, quello di “progettazione partecipata” in base al quale i cittadini debbono “entrare nella progettazione e nella sperimentazione dei prodotti e dei servizi” . Si pongono così le premesse per una nuova articolazione delle relazioni tra le istituzioni e i cittadini che è stata definita in modo diverso: con il termine appunti di “Amministrazione colloquiale” o “Amministrazione condivisa”, che rappresenta la nuova sfida per la Pa del nostro Paese.
 
 

 

Andrea Altinier
Andrea Altinier

Andrea Altinier, laureato in Scienze della Comunicazione, vive e lavora tra Trieste, Udine e Treviso.

Ha collaborato con il Comune di Udine per la realizzazione del Bilancio Sociale. Consulente della società di ricerca Swg di Trieste, segue, tra l’altro, la redazione della rivista di comunicazione politica on line www.postpoll.it.

Ha seguito come spin doctor alcune campagne elettorali locali.

Collabora con alcune testate locali e scrive di comunicazione politica e nuovi media sul sito www.politicaduepuntozero.it.

Cura una rubrica su www.comunitazione.it. Espero di comunicazione politica e di giornalismo on line. In uscita a settembre edito Franco Angeli, Comunicare la politica (edizione aggiornata), scritta in collaborazione con Luca Gaudiano e Francesco Pira.