Bentornato. Accedi all'area riservata







Non ti ricordi i dati di accesso?Recupera i tuoi dati

Crea il tuo account

2 SHARES

Il Gioco della democrazia

23/11/2010 12958 lettori
4 minuti

 

Markevi.it simula un paese immaginario chiamato Italia. Chi si registra in Makervi, nome alias di questo meraviglioso paese, diventa cittadino di questa repubblica immaginaria e concorre per il governo del paese. Si parte come rappresentante di una delle 120 provincie che lo compongono e si può raggiungere il titolo di presidente del consiglio in 5 passaggi istituzionali. Scopo del sito: far conoscere e promuovere le azioni di ong ed onlus presentate dagli stessi partecipanti.

Il paese è formato da:

  • 120 provincie,

  • 21 regioni,

  • 5 stati intermedi,

  • un parlamento nazionale,

  • un Governo

  • un capo del Governo.

Una volta acquisita la cittadinanza gli utenti possono creare un loro profilo personale che richiede:

  • nome,

  • indirizzo-email

  • password

  • una breve descrizione della loro persona e dei loro progetti.

  • Un link ad un sito che essi vogliono far conoscere ai loro concittadini.

  • Un logo che può essere la loro foto o qualcos'altro

  • Un secondo link che parte dal logo e che porta ad un altro sito, per esempio il proprio profilo pubblico di facebook o di myspace o di linkedin o altro

E cosa molto importante devono scegliere quale provincia del paese vogliono rappresentare.

Nel momento in cui si sceglie la Provincia di appartenenza si viene automaticamente eletti "Rappresentanti" di quella provincia e si concorre per la carica di Consigliere Regionale della Regione di cui fa parte la Provincia, e poi, se eletti, per la carica di Senatore dello Stato intermedio formato da quella regione.

Ogni provincia può contenere un massimo di 72 rappresentanti.

Potranno partecipare a questo gioco al massimo 72 X 120 = 8.640 persone!

I rappresentanti provinciali eleggono in ogni provincia Dodici (12) Consiglieri regionali.

Ogni rappresentante ha a disposizione un voto che può essere dato e tolto in qualsiasi momento.

Risultano eletti quelli che hanno raggiunto almeno 3 Voti.

Per essere matematicamente certi di non essere destituiti da uno che ha preso più voti è necessario raggiungere e mantenere la quota di 6 voti.

I consiglieri regionali divisi su ventuno regioni potranno essere al massimo 12 X 120 = 1.440

Ci sono regioni come la Val d' Aosta che hanno due provincie, in questo paese immaginario è possibile questo ed altro e regioni come la Lombardia che hanno 12 provincie.

Ogni consiglio regionale elegge quattro Senatori per ogni provincia che lo compone.

I Senatori siedono nel parlamento degli Stati intermedi di questo fantastico paese.

Per eleggere un Senatore bastano due voti per consolidare il risultato e non rischiare di essere destituiti servono almeno 3 voti. I Senatori saranno al massimo 4 X 120 = 480

I Cinque Stati intermedi sono:

  • Il Regno di Sardegna (25 provincie)

  • Il Lombardo Veneto (27 provincie)

  • Il Granducato di Toscana (20 provincie)

  • Lo Stato Pontificio (20 provincie)

  • Il Regno delle Due Sicilie (28 provincie)

Le assemblee degli stati intermedi eleggono i Deputati del Parlamento Nazionale Unitario

Per eleggere un Deputato nazionale sono sufficienti tre voti ma anche qui per consolidare il risultato e non rischiare di essere estromessi servono 4 voti.

I deputati Nazionali potranno essere al massimo 120 persone uno per ogni provincia.

Il parlamento nazionale elegge il Governo; per essere eletti a rappresentare il Governo della nazione bastano quattro voti dei Deputati Nazionali, con sei si dormono sonni tranquilli.

I componenti della compagine governativa saranno al massimo 20 persone.

Il governo elegge il Capo dell'esecutivo con un voto a maggioranza relativa, basta il 30% + uno per essere eletti. Lo spoglio dei voti per l'elezione del capo del governo avrà inizio quando si saranno espressi con il loro voto almeno 7 Ministri. Per cui sarà possibile avere un capo del governo con (7/3) + 1 = 4 voti. Il capo potrebbe perdere la carica nel momento in cui altri Ministri esprimono il loro voto per un altro candidato e formano una diversa maggioranza.

A tutti i livelli si può perdere la carica nel momento in cui altri riescono ad avere un maggior numero di voti o i propri sostenitori fanno mancare il loro appoggio.

Per fare carriera bisogna formare un gruppo di persone, legate al territorio; nel caso di internet, il territorio può anche essere formato da persone che vivono in luoghi distanti ma si incontrano nel web per affinità comuni. Questo gruppo di persone, da 6 a 18 si registrano in una provincia e sono in grado di esprimere da due a sei consiglieri regionali. Da qui, i due o meglio i sei, esponenti regionali del gruppo possono esprimere da uno a tre Senatori che eleggono tra loro un deputato.

Qui termina la prima fase, dove, la spinta è data dalla conoscenza diretta delle persone.

Nella seconda fase, di questa carriera politica virtuale, si deve passare dal livello territoriale a quello nazionale e qui la battaglia si fa più dura e deve essere giocata sul piano delle idee e dei progetti.

Ho previsto che ogni consigliere regionale possa presentare un idea, da sottoporre all'attenzione di tutti i partecipanti del gioco.

L'idea deve essere una proposta di solidarietà, suggerita da una Ong o da una Onlus, che il Consigliere conosce o di cui fa parte, che richiede un sostegno economico da parte dei cittadini.

Dall'Idea al Progetto

Tutti i partecipanti potranno esprimere una preferenza per una o per l'altra idea in modo che altri consiglieri decidano di appoggiarla e così il promotore dell'idea potrà ottenere la nomina di Senatore.

Una volta eletto Senatore il promotore dell'idea potrà illustrarla meglio, con un testo e delle immagini e questa sarà posta in maggiore evidenza permettendo al suo estensore di aspirare alla carica di Deputato nazionale.

Anche in questo caso, l'Idea che è diventata Progetto, sarà sottoposta al giudizio di tutti i cittadini e dal dibattito dovranno emergere 20 progetti che acquisteranno maggiore evidenza in quanto saranno portati avanti da persone che sono state elette nel governo.

Con la stessa logica dovrà emergere il progetto del capo del governo su tutti gli altri. Starà poi alla libera scelta dei cittadini di mettere mano al proprio portafoglio e sostenere concretamente questi progetti.

L'azione di governo si limita a selezionare le idee ed i progetti ed a porli all'attenzione di tutti.

Francesco Cardinale
Francesco Cardinale
Blogger | Mobile Application Developer

Sono nato a Bari ho vissuto fino a 18 anni a Ginosain provincia di Taranto, poi la mia famiglia si è trasferita a genova, sono sposato ho due figli, sono stato volontario per tre anni in una zona indigena del Venezuela.
Attualmente vivo a Genova, ho una casa in puglia.
Me la cavo bene con il php con il quale ho sviluppato il sito del gioco della democrazia.